Abbinare il pesce alla birra? Ora si può!

Allo Slow fish di Genova abbinamenti insoliti tra pesce e birra

I puristi, i fini degustatori, i palati eccelsi del Bel Paese hanno sempre storto il naso quando si trattava di abbinare la più antica bevanda fermentata che si conosca ai piatti di pesce.

Ebbene, da oggi, anche i più sofisticati gourmet – finalmente, aggiungerebbe chi scrive – dovranno arrendersi alla tendenza inarrestabile che interessa il mondo dei bevitori e dei produttori di birra: a “Slow Fish” l Salone Internazionale del Pesce, in programma fino al 21 maggio nel Porto Antico di Genova, con il tema “Pesce&Birra” l’abbinamento birra + piatti di pesce sarà all’ordine del giorno.

Sarà perché in Italia, la cultura della birra è in decisa espansione, sarà per il fiorire delle centinaia di microbirrifici artigianali favorito dalla normativa di recente approvazione (luglio 2016), insomma: accompagnare una pietanza a base di pesce con un boccale (o due) di birra, non sarà più considerato azzardato.

È la presidente amburghese dell’associazione “Le Donne della Birra” Elvira Ackermann, a promuovere questo genere di abbinamento. La Ackermann, una delle diciassette sommelier della birra in Italia, è anche una sommelier AIS e si è avvicinata al mondo della birra per il proprio lavoro, con l’importazione diretta di birre dal belgio.

Dopo aver conseguito il titolo di biere-sommelier, la Ackermann ha pensa alla birra chiara come abbinamento per i crostacei, i pesci grigliati e le fritture di pesce, alle scure come ottimo complemento per i frutti di mare crudi e alle birre “bianche” per i pesci più delicati e dalle cotture leggere.

Infine, Elvira Ackermann conclude con una decisa affermazione: mentre non tutti gli abbinamenti vino-cibo sono possibili, nel mondo della birra si trova senz’altro un prodotto da associare ad un qualsiasi cibo. Questo fa della birra la bevanda più versatile che esista al mondo.

 

17 maggio 2017
Due medaglie a due vini siciliani al Concorso Mondiale di Bruxelles 2017
22 maggio 2017
Importatori americani alla corte dei vini dell’Alto Adige
Written by:

Ciro Iodice Napodano
Napoletano di nascita e cosmopolita d’adozione sono cresciuto nella cultura della buona tavola e dell’ottimo bere.
Vino, birra belga e cocktail ricercati sono sulla mia tavola ogni giorno.
Per lavoro, da oltre trent’anni, scrivo software e da più di venti mi occupo di siti Internet, visibilità e SEO.
Per passione, da circa quindici anni, scrivo storie e novelle più o meno lunghe. Ho pubblicato cinque romanzi e mi sono innamorato perdutamente della scrittura creativa.
Amo cucinare, mangiare, bere bene (e responsabilmente) a suon di rock, blues, funky e metal.
Questo sito è uno dei miei amori più recenti.

Leave a comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: