Dizionario del vino - Lettera P

Glossario enologico - Lettera P

Palus

letteralmente acquitrino, è un termine impiegato in Francia nella regione di Bordeaux per distinguere i terreni alluvionali di recente formazione sulle sponde dei fiumi.

Passitura

Sovramaturazione del raccolto che può essere effettuata solo in particolari condizioni climatiche e per uve a bucce spesse.

Pastorizzazione

Uno dei vecchi processi usati per la stabilizzazione del vino. La pastorizzazione avviene tramite riscaldamento del vino a 60°C circa per un minuto. È un sistema largamente superato.

Pergola Trentina o Veronese

Sistema di coltura della vite tipico delle zone di Trento e di Verona, dove le viti crescono su una tettoia a doppio spiovente che poggia su pali fissati a 6 mt. di distanza.

Perlant

termine che si riferisce ad un vino caratterizzato da una leggera effervescenza.

Peronospora

fungo di origine americana, che si attacca alla superficie interna delle foglie che si seccano e cadono. Gli acini scuriscono, diventano bruni e cadono anch’essi, mentre quelli eventualmente restanti producono un vino acido e privo di alcol.

Persistenza

qualità di un vino le cui sensazioni gustative si prolungano piacevolmente al palato. La persistenza è procurata dagli elementi non volatili che compongono il vino (tannino, zuccheri, glicerina, acidi e sali).

Pesante

È un vino dalle caratteristiche opposte di uno armonioso ed equilibrato, manca totalmente di finezza ed è troppo alcolico e, a volte, troppo tannico.

Petillant

Termine francese per indicare un vino frizzante.

Phyllossera Vastratrix

la Daktulosphaira vitifoliae comunemente detta “fillossera della vite” o “filossera” è l’insetto nemico numero uno della vite. È un insetto fitofago associato alle specie del genere Vitis che attacca le radici delle uve delle specie europee (Vitis vinifera) e l'apparato aereo di quelle americane (Vitis rupestris, V. berlandieri e V. riparia). Questo dannoso fitofago della vite, originario del Nordamerica, è comparso in Europa nella seconda metà dell'Ottocento, e oggi è diffuso in tutti i paesi viticoli del mondo. Provoca in breve tempo gravi danni alle radici e la conseguente morte della pianta attaccata, con l'eccezione di alcuni vitigni americani. Fu importato dall’America e nella seconda metà dell’ottocento devastò la maggior parte delle vigne europee, i viticultori per combatterlo usarono portainnesti americani innestandovi vitigni europei con risultati soddisfacenti.

Piece

letteralmente botte, ma anche il termine con cui in alcune regioni francesi, viene indicata un’unità del vino.

Pieno

vino ricco in alcol, piacevolmente robusto e ben equilibrato.

Premier Cru

espressione riservata a vini francesi, classificati AOC, la cui regolamentazione prevede una particolare classificazione. Ne hanno diritto lo Champagne e le AOC di Bourgogne. È inoltre previsto il conferimento di Premier Cru Classè ai vini di Bordeaux che hanno ottenuto la classificazione nel 1855 e per alcuni vini di St. Emillon.

Pungente

Si dice di vino caratterizzato da un elevato tenore di acidità fissa.