Trentino Wine Fest: 150 giornate di celebrazioni vinicole

La lunga manifestazione, che si snoda lungo quasi tutto l’anno, celebra Nosiola, Vino Santo, Müller Thurgau, Teroldego Rotaliano, Marzemino, Trentodoc e grappa. Una serie di appuntamenti territoriali, da marzo a dicembre, coordinati e promossi dalla Strada del Vino e dei Sapori del Trentino.

Appuntamenti conviviali, legati ai prodotti tipici del territorio, arricchiti da rassegne enogastronomiche a tema: «A tutto Nosiola», «A tutto Müller», «A tutto Teroldego» e «A tutto Marzemino», organizzate dalla Strada del Vino e dei Sapori del Trentino con la collaborazione dei propri soci.

Si comincia con il mese dedicato al Vino Santo. Dal 25 marzo al 25 aprile a Trento e nella Valle dei Laghi, numerosi appuntamenti enogastronomici, culturali e sportivi celebreranno l’uva Nosiola, la più antica varietà di uva bianca autoctona da cui si ricava il vino omonimo. In programma, un appuntamento dal grande fascino: il rito della spremitura dell’uva passita, da cui nascerà il primo Vino Santo 2018.

A nord-est di Trento, poi, in Val di Cembra, dal 28 giugno al 1 luglio, la rassegna «Vino di Montagna» dedicata al Müller Thurgau, il vitigno a bacca bianca che trova in questo terroir porfirico e a queste altitudini, la propria massima espressione. Nei quattro giorni in calendario, tra degustazioni, passeggiate lungo i filari e spettacoli folkloristici, avrà luogo la 15ma edizione del Concorso Internazionale Vini Müller Thurgau, in cui si sfideranno settanta etichette

Dal 31 agosto al 2 settembre, a Mezzocorona, nella Piana Rotaliana, il Settembre Rotaliano permetterà di scoprire il Teroldego, vino rosso rubino pluripremiato, considerato il Principe dei vini Trentini. Palazzo Martini farà da prestigioso scenario alla 28ma edizione della kermesse, durante la quale saranno poste in degustazione numerose etichette di Teroldego Rotaliano. Nelle strade del centro cittadino, corti gastronomiche e tante occasioni di incontro e di divertimento.

Dal 12 al 14 ottobre, un week-end lungo dedicato al Marzemino, il vino rosso le cui uve sono state trapiantate per la prima volta nella parte meridionale del territorio Trentino, ben cinque secoli fa. Il concorso – che premia il vigneto, anziché il vino – si svolge in contemporanea con le degustazioni a Palazzo de Probizer, visite guidate nelle cantine, passeggiate lungo i filari e spettacoli itineranti.

Dal 15 novembre al 9 dicembre, il consueto appuntamento con Trentodoc Bollicine sulla città, la manifestazione dedicata allo spumante metodo classico trentino, creato all’inizio del secolo scorso grazie all’illuminazione di Giulio Ferrari. Ristoranti e bar della città, insieme ai soci della Strada del Vino e dei Sapori del Trentino  saranno impegnati nell’appuntamento «Happy Trentodoc», in cui verranno presentati abbinamenti di prodotti locali e Trentodoc.

Dal 7 al 9 dicembre, a Santa Massenza di Vallelaghi, torna «La notte degli alambicchi accesi», lo spettacolo itinerante dedicato alla grappa ottenuta dalle vinacce prodotte in Trentino con alambicchi di rame, secondo un procedimento disciplinato dall’Istituto Tutela Grappa del Trentino. Il processo prevede il riscaldamento a bagnomaria delle vinacce, che garantisce  l’ottimale estrazione degli aromi.

Inoltre, numerose manifestazioni promosse da associazioni riconosciute a livello nazionale come «Uva e dintorni» di Avio, legata all’associazione Città del Vino, un weekend di taglio medievale, dal 1 al 3 settembre a Sabbionara di Avio, durante il quale si svolgerà il Palio Nazionale delle Botti tra le Città del Vino italiane. Poi «Cantine Aperte», il 26 e 27 maggio e «Calici di Stelle», il 10 agosto, legati al Movimento Turismo del Vino per festeggiare, bevendo vino sotto il cielo stellato di mezza estate.

Infine, le tante manifestazioni a tema enologico:

  • «Di maso in maso, di vino in vino» a Lavis, menù enogastronomico itinerante alla scoperta della Strada del vino provinciale -SP 131- e delle sue produzioni. Si partecipa a piedi, in bicicletta o a bordo del trenino elettrico predisposto per l’occasione;
  • «Rassegna del Vino Paesano», due giornate tra gli avvolti di Sporminore dove rivivono le tradizioni locali della Val di Non;
  • «Festival dell’Uva di Levico Terme», un viaggio nel cuore dei vini trentini, i sapori locali, la viticoltura del territorio, tra degustazioni, laboratori e momenti di intrattenimento;
  • «Festa dell’Uva a Verla di Giovo», la più antica della regione, dove da oltre 60 anni si rende omaggio all’uva e al vino con momenti di festa come la sfilata dei carri a tema;
  • «Caneve Aperte», la cena itinerante di fine vendemmia nelle strade del borgo di Cembra, tra antichi avvolti e porticati, alla scoperta di spumanti, vini, grappe e birre artigianali locali, con accompagnamento musicale;
  • «Castelli diVini», aperitivi estivi seguiti da concerti live, in programma il quarto venerdì dei mesi estivi,
  • «DOC-Denominazione di Origine Culturale», la rassegna che celebra il rapporto tra enogastronomia e cinema, dopo aver aperto le cantine e le distillerie più belle del Trentino, punta al centro storico di Trento con una giornata tra degustazioni di vini e grappe del territorio, specialità gastronomiche in abbinamento, spettacoli di intrattenimento musicale e proposte culturali.

La pagina Facebook di #Trentinowinefest

Aggiornamenti sui vari appuntamenti di Trentinowinefest.

 

 

Il videoclip promozionale di Trentino Wine Fest

commenti

23 gennaio 2018
Al Castel dell’Ovo a Napoli l’edizione 2018 di Vitigno Italia
27 gennaio 2018
Il vino è un liquido prezioso…
Written by:

Nato e cresciuto in provincia di Trento, sono figlio degli anni '70, della Sicilia e delle sue tradizioni. La mia famiglia coltiva vigne e produce vino da oltre duecento anni e anche io, dopo gli studi e una carriera nel management alberghiero, sono approdato al mondo del vino, dell'enologia e della viticoltura.

Leave a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.