SportHotel Panorama

Vini da degustare in alta quota e ski safari con la Wine Cup Alta Badia

Se pranzi e cene natalizi non bastano, la Wine Cup Alta Badia è la kermesse enogastronomica che prolunga le feste. Dall’alto delle Dolomiti di Corvara si brinda al Nuovo Anno a quota 2.800 metri, grazie all’organizzazione di Michael Costamoling, titolare dello Sporthotel Panorama e di Mirko Gandolfi.

Un evento da veri intenditori, per palati e gusti raffinati, che dal 9 al 18 gennaio terrà banco con escursioni guidate e varie degustazioni da svolgersi a quote differenti e con calici dalle caratteristiche diverse. Una serie di laboratori degustativi che permetteranno di comprendere e apprezzare l’importanza della forma del bicchiere nel corso di una degustazione enologica. Un’esperienza resa ancor più affascinante dall’incantevole scenario delle Dolomiti Ladine e dagli abbinamenti serviti dallo Sporthotel Panorama, pietanze gourmet affiancate da birre e vini pregiati.

Il Rifugio Piz Arlara

Il Rifugio Piz Arlara

Un calendario ricco di appuntamenti imperdibili, che permetteranno ai partecipanti di godere del panorama delle Dolomiti innevate e di ritrovarsi, insieme a tanti altri wine-lover, in un percorso enologico guidato da enofili esperti.

Le danze si aprono martedì 9 gennaio presso i rifugi Piz Arlara (2.040 m. s.l.m.) e Boconara (1.700 m. s.l.m.), con una degustazione di birre artigianali prodotte da birrifici di tutta Italia. Le birre in degustazione saranno la Forst di Merano, la Monpiër de Gherdëina (Val Gardena), la Köstlan di Bressanone, la Brùton, di Lucca, la Tresca di Novara, la tedesca Schneider e una selezione di birre belghe.

Il rifugio Boconara

Il rifugio Boconara

Durante le escursioni sugli sci e le degustazioni guidate previste per ogni tappa (a 2.800 m di quota nel Rifugio Lagazuoi, a 2.040 m nel rifugio Piz Arlara e a 1.700 m nello Sporthotel Panorama), sarà possibile scoprire se l’altitudine ha un effettivo influsso sulla percezione di profumi e sapori dei vini pluripremiati. A sostenere l’esame, il 10 gennaio, saranno quattro annate di Brunello di Montalcino Valdicava «Madonna del Piano», presentate da Vincenzo Abbruzzese, titolare della cantina mentre Mercoledì 17 andranno in degustazione tre annate di Fiorano, presentate per l’occasione da Alessia Antinori, che gestisce a Roma la Fattoria di Fiorano.

Giovedì 11 gennaio saranno le bollicine a tenere banco presso lo Sporthotel Panorama, con spumanti provenienti da ogni parte del mondo e selezionati dal sommelier Michael Costamoling. La degustazione sarà condotta dell’enotecnico Mirko Gandolfi che illustrerà una serie di calici di classe per la degustazione dei vini frizzanti.

La partecipazione alla prima edizione del Wine Cup Alta Badia è aperta a tutti.

Scarica il CALENDARIO dell’evento.

 

 

6 dicembre 2017
Il «Romagna Wine Festival» di Cesena alla quinta edizione
12 dicembre 2017
Una targa per la Buchetta del Vino di Palazzo Antinori a Firenze
Written by:

Nato e cresciuto in provincia di Trento, sono figlio degli anni ’70, della Sicilia e delle sue tradizioni.
La mia famiglia coltiva vigne e produce vino da oltre duecento anni e anche io, dopo gli studi e una carriera nel management alberghiero, sono approdato al mondo del vino, dell’enologia e della viticoltura.

Leave a comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: