Vino rosato: interesse e vendite in crescita al Roséxpo

Cresce l'attenzione per il Vino Rosato
Cresce l’attenzione per il Vino Rosato

Ne avevamo parlato nel post su Lidia Bastianich e Le Donne del vino: il vino rosato non è più un “vino da donne”, ma un vino con pari dignità dei “fratelli maggiori”, bianchi e rossi.

L’ulteriore conferma, semmai ve ne fosse stato bisogno, è emersa durante i lavori della quarta edizione del Roséxpo, il Salone Internazionale dei Vini Rosati, dove è stata presentata una ricerca di Wine Monitor, l’Osservatorio di Nomisma – fondazione Bolognese per gli studi economici –  sul mercato del vino, “nato e pensato per supportare le imprese e le istituzioni della filiera vitivinicola italiana“.

Dai dati della ricerca emerge che – nel mondo – sono donne le consumatrici più assidue del vino rosato. L’osservatorio di Tannico, lo store online di prodotti vitivinicoli, offre qualche numero sul mercato italiano: in testa i vini rosati provenzali, seguiti dai pugliesi, dai siciliani, dagli abruzzesi, i sardi e gli altoatesini; in coda i vini rosati lombardi, toscani e campani. Più gettonati dalle fasce d’età matura, meno in quelle giovanili.

Diversa la situazione in ambito ristorativo, dove il vino rosato fatica ad affermarsi, nonostante una naturale vocazione per i piatti a prevalente componente di mare.

Il problema, secondo il prof. Russo dello IULM di Milano, risiede nell’errata comunicazione – leggi: “marketing” – relativa a questi vini di assoluta dignità e valore. Va – secondo Russo – ricostruita una sorta di percorso d’acquisto emozionale, che ne faciliti, come per gli altri vini, l’acquisto.

 

 

 

Salva

Redazione WineScout

Ciro Iodice Napodano
Napoletano di nascita e cosmopolita d'adozione sono cresciuto nella cultura della buona tavola e dell'ottimo bere.
Vino, birra belga e cocktail ricercati sono sulla mia tavola ogni giorno.
Per lavoro, da oltre trent'anni, scrivo software e da più di venti mi occupo di siti Internet, visibilità e SEO.
Per passione, da circa quindici anni, scrivo storie e novelle più o meno lunghe. Ho pubblicato cinque romanzi e mi sono innamorato perdutamente della scrittura creativa.
Amo cucinare, mangiare, bere bene (e responsabilmente) a suon di rock, blues, funky e metal.
Questo sito è uno dei miei amori più recenti.

FacebookLinkedInGoogle+Skype

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *